Storia

La mission

 

  • FINALITA’

La Cooperativa, con i mezzi di cui dispone, si propone di svolgere in modo organizzato qualsiasi attività inerente alla educazione, alla qualificazione morale, culturale, professionale e materiale, nonché all’inserimento sociale e lavorativo di chiunque, normodotato o diversamente abile, si trovi in uno stato di indigenza, bisogno o emarginazione. Tale attività viene svolta in relazione con gli enti territoriale, studiando con essi strategie e metodi opportuni ad ogni singolo individuo.

 

 

  • VALORI

La Cooperativa nasce all’interno dell’esperienza cristiana cattolica pertanto si riferisce alla Dottrina Sociale della Chiesa Cattolica.

 

 

  • STRATEGIE

Il primo trimestre del 2016 ha segnato una svolta per la definizione degli obiettivi della Cooperativa nel prosieguo della stagione e per il prossimo futuro. I dati negativi di avvio dell’anno hanno imposto una riflessione sullo sviluppo. La nuova impostazione ha previsto pertanto una modifica organizzativa e un rinnovato slancio commerciale.

 

 

Per ciò che concerne l’organizzazione si è proceduto a modifiche delle linee di governo di alcuni settori allineandoli così all’impostazione collaborativa voluta dalla direzione della Cooperativa. Evidente sin dai primi dati di andamento successivi alle modifiche come il risultato sia stato positivo. In particolare il beneficio si è rilevato nel secondo semestre. L’inversione del trend di sviluppo e crescita ha portato al risultato evidenziato nel bilancio 2016.

La nuova impostazione commerciale ha visto l’impegno diretto del Presidente con la definizione di una strategia di consolidamento e di sviluppo a difesa di quanto già acquisito ma soprattutto di riconoscibilità nel mercato della Pubblica Amministrazione. Questa scelta ha permesso da un lato l’acquisizione di nuove commesse, dall’altro la creazione di rapporti di proficua collaborazione sia con soggetti del terzo settore cooperativistico che con soggetti privati operanti in ambiti simili. Gli obiettivi di medio periodo sono così stati definiti nell’operatività.

 

Il futuro resta pertanto segnato: da un lato occorre continuare il percorso di crescita personale professionale di chi riveste ruoli di responsabilità e/o di direzione, dall’altro occorre persistere nella politica commerciale di sviluppo sia nei confronti della Pubblica Amministrazione aumentando la partecipazione a gare d’appalto sia nei confronti del privato con l’offerta di proposte che incontrino le esigenze dell’azienda e si coniughino con la missione di inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

 

  • OBIETTIVI

Stando alla situazione attuale nel mondo del lavoro, nonostante le norme con le quali lo Stato cerca di eliminare le diseguaglianze sociali ed economiche fra i cittadini, la sensazione  è che le Cooperative Sociali siano pesantemente penalizzate: l’Ente Pubblico, vedendosi ridotti pesantemente i fondi a disposizione, è sempre meno predisposto verso Convenzioni dirette, atte a favorire una più snella pratica burocratica ed anche l’inserimento di persone in situazione di svantaggio, e sempre maggiormente rivolto a Gare di Appalto dove le Cooperative si trovano in competizione con Enti Profit, non necessariamente più forti da un punto di vista qualitativo, quanto meno appesantiti dalle problematiche e dai costi derivanti dai percorsi di svantaggio.

A questo proposito la Cooperativa cerca di far valere la propria voce affinché venga preso in considerazione il valore aggiunto della presa in carico di persone in difficoltà e venga riconosciuto che la professionalità ed la qualità del risultato sono paritarie rispetto al mondo profit.

La Cooperativa, nonostante il contesto sopra descritto ha continuato ad operare come Soggetto No Profit nella gestione ed erogazione di servizi socio-lavorativi svolgendo attività a favore di soggetti che versano in condizione di  bisogno, normodotati o diversamente abili.

A tal fine gli obiettivi della Direzione sono stati:

  • Dotare la Cooperativa di strumentazione adeguata agli obiettivi di sviluppo;
  • Operare per aumentare la propria visibilità e riconoscibilità al fine di rendere più agevole l’attuazione e più pronta l’accettazione di nuove iniziative;
  • Porre la massima attenzione alla cura delle risorse umane, vero e proprio capitale grazie al quale si concretizza, si sviluppa e si migliora l’attività operativa.
  • Coinvolgere e motivare il personale al raggiungimento degli obiettivi di qualità
  • Adeguare e/o sviluppare i servizi alle sollecitazioni ed alla evoluzione dei bisogni, segnalati o manifestatisi.
  • Ottimizzazione dei flussi informativi sia all’interno che all’esterno della Cooperativa, adeguare e/o sviluppare i servizi alle sollecitazioni ed alla evoluzione dei bisogni, segnalati o manifestatisi.
  • Ottimizzazione dei flussi informativi sia all’interno che all’esterno della Cooperativa.
  • VALUTAZIONE

In questi anni la Cooperativa ha avuto un notevole sviluppo:

  • Nell’impatto sociale: è conosciuta e considerata come competitor interessante e affermato dagli enti territoriali;
  • iìIn area produttiva e in alcuni settori specifici la Cooperativa viene riconosciuta come competitiva sia dal punti di vista economico che da punto di vista della qualità del servizio.
  • AMBITO TERRITORIALE

La Cooperativa svolge la propria attività in Saronno (VA) accogliendo utenti provenienti dal territorio del saronnese, bassa comasca e alto milanese.