progetto solidarietà

Progetto solidalità

Progetto realizzato con il contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto

Il progetto Solidalità è stato realizzato dalla cooperativa sociale Ozanam grazie al contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto, ed è stato rivolto a favore di un ampio ventaglio di beneficiari: disabili, tossicodipendenti, profughi, carcerati, immigrati, svantaggiati sociali (persone a rischio di emarginazione).

Al momento della presentazione del progetto le persone occupate in Ozanam erano complessivamente centodiciassette, delle quali cinquantasei persone occupate nel settore Assemblaggi. Il consolidamento di quest'ultimo Settore ha rappresentato l'obiettivo specifico del progetto, insieme all'obiettivo di medio termine di mettere a disposizione per altri inserimenti lavorativi ulteriori dieci postazioni di lavoro per persone portatrici di svantaggi psico-fisici gravi.

Il Progetto, quindi, si proponeva di mantenere, e se possibile aumentare, il numero di posti di lavoro offerti dal settore Assemblaggi, superando le difficoltà economiche che derivano dal fatto che Ozanam, per il mantenimento in attività del settore Assemblaggi, si assume costi rilevantissimi (solo apparentemente ordinari) per farsi carico di situazioni difficili e marginali anche per i Servizi.

La cooperativa sociale Ozanam, con sede principale a Saronno (VA), opera da sedici anni per offrire un'occasione di lavoro remunerato a persone svantaggiate che sarebbero altrimenti, e di fatto, escluse dal normale mercato del lavoro.

Al fine della realizzare dell'obiettivo sopra indicato, ci si prefiggeva:
- di sostenere i costi dell'Area Sociale, costituita dal Responsabile e dall'Educatore Professionale, risorse proficuamente impiegate in tutti i settori di Ozanam ma particolarmente necessarie nel settore Assemblaggi, per il numero elevato di inserimenti lavorativi effettuati e per la loro tipologia spesso complessa.
- di concorrere a sostenere i costi determinati dalle assunzioni con contratto di lavoro subordinato (a conclusione positiva del percorso di tirocinio con borsa lavoro) di persone con "svantaggio sociale" e per le quali, anche a fronte di situazioni personali molto complesse, la normativa non prevede sgravi contributivi per la Cooperativa, come invece accade per altre tipologie di svantaggio.
- indirettamente, di rendere possibile la realizzazione, in collaborazione col SIL Intercomunale di Saronno, di progetti d'integrazione lavorativa e sociale (BLIS). Si tratta di progetti che solo in una realtà quale il Settore Assemblaggi della Ozanam, con la presenza di tutor lavorativi, di lavoratori abili e di operatori sociali, possono trovare adeguata attuazione.

Nel Progetto si illustrava come l'andamento della Cooperativa negli anni recenti mostri che, mentre il risultato sociale (il cui indicatore principale è costituito dal numero delle persone svantaggiate alle quali è stato dato lavoro) è progressivamente aumentato in risposta alla crescente richiesta d'intervento da parte dei territori di riferimento, i risultati economici conseguiti dalla gestione nel corso degli anni presentino situazioni in cui il pareggio è stato possibile solo grazie ai contributi ricevuti da enti locali e da privati, che finora non sono mancati, anche se sono in via di diminuzione.

Anche per il 2008 la situazione della Cooperativa rimane delicata ma si segnala la prosecuzione del trend fortemente positivo sul fronte del risultato sociale, mentre le attività produttive nelle quali Ozanam è impegnata non garantiscono ancora un adeguato profitto, seppure la situazione sia migliorata.

La situazione occupazionale dell'ultimo quadriennio è sintetizzata nelle tabelle seguenti, aggiornate al dicembre 2008.

Vedi tabelle allegate.

Si conferma così anche per il 2008 il fatto che il settore Assemblaggi sia, per i servizi d'inserimento lavorativo, un luogo d'elezione per i tirocini e le assunzioni.

Il progetto prevedeva, entro il 31/12/2008, l'assunzione di nove persone, di cui cinque svantaggiati sociali, nel corso dell'intero anno 2008: tali assunzioni sono state effettivamente realizzate, superando peraltro il numero previsto.

Ciò ha permesso di continuare a mantenere e, almeno in parte, consolidare quel ruolo sociale che alla Ozanam è riconosciuto dal territorio, in particolare come realtà cooperativa che interviene concretamente su casi e progetti d'inserimento lavorativo complessi, difficili, che a volte faticano a trovare risposte immediate altrove e che conferivano al Progetto caratteristiche distintive.

Un grazie, ancora una volta, alla Fondazione Comunitaria del Varesotto, che con il suo fondamentale contributo, ha permesso la realizzazione del progetto Solidalità e, di conseguenza, la possibilità per Ozanam, di proseguire positivamente la propria azione sociale.

Saronno, gennaio 2009

Il Presidente del CdA
Dr. Federico Franchi